Il governatore De Luca

“Considero irritante l’atteggiamento di chi guida una nave e pretende in modo assoluto di sbarcare in Italia. E’ insopportabile, nessuno mi convincera’ del fatto che la Sea Watch ferma 17 giorni non potesse andare ad esempio in Corsica o in un altro porto d’Europa. Perche’ non hanno tentato?”. Cosi’ il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca durante il suo spazio a Lira Tv.

 

“C’e’ un atteggiamento strumentale che mi pare irritante e insopportabile nei confronti dell’Italia. Serve anche un’ operazione verita’, siamo concentrati ossessivamente sui 40 della Sea Watch mentre di fianco passano barchini e canotti con decine e decine dimigranti. E’ una cosa da manicomio. Noi guardiamo il bidone e imigranti sbarcano con piccole imbarcazioni. Ce ne siamo accorti dove vanno a finire?”. De Luca ha ricordato i doveri “di umanita’ e sicurezza. Quando abbiamo persone che rischiano la vita, donne incinte, bambini sole, che hanno davanti agli occhi le torture subite in Libia non possiamo girare la testa. I campi di concentramento in Libia sono un inferno. Altro capitolo e’ quello che si fa in concreto per risolvere un problema gigantesco”.