Poi richiama Giggino “imbecille” e “nullità” e sfida a dibattito i ministri del M5s “anche se da conigli continueranno a scappare”

“Ma quale zona rossa, è stato giusto chiuso qualche negozio. In Campania abbiamo istituito non la zona rossa ma una zona rose’. Una zona – ha proseguito De Luca citando i versi di una canzone popolare molto nota negli anni ’60 – fiorin fiorello l’amore è bello vicino a te. Ma dobbiamo avere carità cristiana in questo periodo – ha concluso il governatore – lasciamo perdere”.  Ma al solito De Luca ce l’ha con tutti.

“Ci sono comportamenti che non sono trasparenti e non vanno bene – sottolinea il presidente della Regione parlando nell’appuntamento social del venerdì dei rapporti tra Regione Campania e Governo – c’è ad esempio un consulente del ministro che parla con un livello di pressapochismo che non è possibile. O va a casa lui o va casa il ministro. Ho parlato col presidente del Consiglio perché un suo ministro, Spadafora, aveva fatto un atto di sciacallaggio. Gli ho chiesto di intervenire perché’ i suoi ministri non facessero sciacallaggio politico. Il presidente non sapeva, ha detto farò, dirò ma non è successo niente dopodiché’ abbiamo sentito le parole di un ministro improbabile, Bonafede, conosciuto nell’ ambiente come il ministro bonanotte, e poi è intervenuto un altro concittadino, Di Maio, che ha fatto sciacallaggio dicendo cose intollerabili. Rinnovo la sfida a tutti di un dibattito in tv sperando che i miei interlocutori non facciano i conigli e continuino a scappare”. “Ora – ha proseguito De Luca – noi vogliamo collaborare con tutti ma se i ministri del governo continuano a fare sciacallaggio la collaborazione è difficile. Tutto questo – ha concluso – per dire che ci sono cose che non sono trasparenti e non va bene nulla”.

ad

Come da canovaccio, arriva anche l’attacco al sindaco de Magistris.

“In Campania non c’è nessuno che sta litigando. C’è soltanto a Napoli un imbecille che litiga da solo e fa sciacallaggio per farsi pubblicità e per nascondere la propria nullità amministrativa e il fatto che non abbia fatto nulla per affrontare il virus”. Così il governatore campano Vincenzo De Luca in apertura del suo settimanale intervento su Facebook. “Qui – ha ribadito De Luca – litiga solo uno. Bisogna avere il coraggio di dire la verità e rispettare chi passa il tempo a lavorare”.