TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

“Il nostro obiettivo e’ chiudere la stagione al meglio, cercando di fare piu’ punti possibili. Col Frosinone vogliamo giocare bene, come abbiamo fatto contro l’Atalanta nella prima ora. Lunedi’ abbiamo giocato la migliore sfida dell’ultimo periodo ma non abbiamo concretizzato le palle gol a nostro favore. In piu’, forse, ha pesato la gara di Europa League. Dopo l’1-1 siamo calati”. Cosi’ l’allenatore in seconda del Napoli, Davide Ancelotti, ai microfoni di Radio Kiss Kiss. “Le competizioni europee si basano su partite dove se sbagli un tempo sei fuori. Siamo usciti contro una squadra con la quale ci giocavamo la competizione alla pari. In Europa se sbagli un tempo rischi di uscire come successo a noi in un tempo a Londra. Siamo arrivati che le aspettative erano di quarto o quinto posto. Questo gruppo aveva certezze consolidate, credo che abbiamo fatto un lavoro del quale mi ritengo soddisfatto perche’ abbiamo introdotto concetti nuovi che la squadra ha assimilato bene. Abbiamo segnato la strada per il futuro. Miglioreremo”, ha aggiunto Ancelotti jr.

ad

“Le vittorie si ottengono tramite un percorso di crescita. Bisogna avere chiaro in testa cio’: il futuro puo’ lasciare ottimisti per quello che si e’ visto quest’anno. C’e’ rammarico, come in tutte le stagioni in cui non riesci a vincere. Siamo usciti dalla Champions immeritatamente. L’Europa League sottrae tante energie, purtroppo la Juventus in campionato andava forte e tutto questo ha inciso nell’avere ora un momento difficile. E’ chiaro che quando arriva Ancelotti le aspettative sono di vincere, perche’ lui lo ha sempre fatto. Per la vittoria servono diverse componenti, che questa squadra sta maturando. Sono convinto che i trofei arriveranno”, ha spiegato ancora l’allenatore in seconda del club azzurro.

 

“Noi stiamo vivendo un momento complicato e non per questo dobbiamo buttare tutto via: ce ne saranno altri nella nostra avventura a Napoli ma il calcio e’ cosi’, lo sappiamo. Siamo contentissimi della rosa, una rosa di qualita’ che permette di giocare in diversi modi. Quello di Empoli e’ stato un brutto Napoli ma non per difficolta’ fisica. La squadra non e’ in difficolta’ da quel punto di vista. Basta analizzare i dati venuti fuori dalle ultime partite. Il San Paolo ha aiutato questa squadra in molte partite. Certe rimonte sono arrivate grazie allo stadio e se questo supporto sara’ maggiore allora sono sicuro che questa squadra potra’ andare piu’ forte. La nostra famiglia e’ tradizione contadina, il principio e’ quello di seminare, il raccolto sara’ rigoglioso”, ha concluso Ancelotti jr, andando contro quelle ambizioni di vittoria che lo stesso ex tecnico di Bayern e Real Madrid mostrò al suo arrivo in azzurro.

Multa di ottomila sterline per Sarri

Intanto, continua il momento negativo di Maurizio Sarri. L’ex allenatore del Napoli, attualmente sulla panchina del Chelsea, espulso nel convulso finale della gara contro il Burnley di Premier League, e’ stato condannato dalla Football Association al pagamento di una multa di 8.000 sterline. Il tecnico avrebbe ammesso il proprio errore e avrebbe accettato “la penalita’ standard”.

Klopp tranquillizza i tifosi: non prenderemo Insigne

Il Liverpool non lancerà l’assalto a Lorenzo Insigne quest’estate. Jurgen Klopp ha messo a tacere le voci di un presunto interessamento dei Reds. “E’ un ottimo giocatore ma ha un contratto a lungo termine con il Napoli – ha sottolineato il tecnico tedesco – Non ci proveremo nemmeno”.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Riproduzione Riservata