sabato, Maggio 28, 2022
HomeNotizie di SocietàRai, l'accusa di Dania Mondini: «Costretta in una stanza con un collega...

Rai, l’accusa di Dania Mondini: «Costretta in una stanza con un collega che non trattiene i peti»

La giornalista Rai e conduttrice del TG1 Dania Mondini ha denunciato di essere stata vittima di un caso di stalking sul posto di lavoro. La collega ha fatto i nomi di cinque persone, tra giornalisti e dirigenti del servizio pubblico, che l’avrebbero emarginata e punita durante le ore lavorative. I fatti risalgono al 2018. La giornalista fa sapere che una delle “azioni punitive intraprese nei suoi confronti sarebbe stata la scelta di metterla in stanza con un collega che notoriamente avrebbe sofferto di “flatulenze ed eruttazioni”.

Disavventura per la giornalista Rai Dania Mondini

La donna, a quel punto, rifiuta di prendere il posto che le è stato assegnato nella stanza. Un particolare, che – sempre a suo dire – ha dato il via ad altre spiacevoli ritorsioni. Mondini sostiene di essere stata aggredita verbalmente per errori trascurabili e di avere subito un forte demansionamento sul posto di lavoro. Analizzati i fatti, in un primo momento la Procura sceglie di archiviare il caso per stalking e valuta la sussistenza del mobbing. Poi però, ecco il colpo di scena. Il procuratore generale Marcello Monteleone avoca a sé il caso e decide per l’incriminazione per stalking dei dirigenti Rai coinvolti.

Leggi anche...

- Advertisement -