Nel riquadro il boss Giovanni Cortese

’O cavallaro (ex braccio destro di Cosimo Di Lauro) intercettato in un locale in provincia di Caserta, era sottoposto all’obbligo di soggiorno nel comune di Napoli

All’anagrafe di camorra è conosciuto con l’alias di ’o cavallaro, al secolo è Giovanni Cortese, un tempo «consigliere» e braccio destro del boss Cosimo Di Lauro (figlio di Paolo, alias Ciruzzo ’o milionario). Cortese è stato arrestato nelle scorse ore, perché ha violato l’obbligo di soggiorno nel comune di Napoli. I carabinieri lo hanno intercettato a San Marcellino (provincia di Caserta) mentre partecipava a una festa organizzata presso un ristorante della zona. Secondo quanto riporta il quotidiano Cronache di Napoli, per sfuggire alla cattura, Cortese si è nascosto all’interno di una cella frigorifera. Scoperto, per lui è stato disposto il trasferimento in carcere a Santa Maria Capua Vetere.