lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeCulturaCultura, gli eventi dell'estate in Campania: i prossimi appuntamenti

Cultura, gli eventi dell’estate in Campania: i prossimi appuntamenti

Prorogata fino al 24 ottobre 2021 la mostra Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli

Prorogata fino al 24 ottobre 2021 la mostra Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli con la Chiesa di San Gennaro ridecorata dall’artista e architetto e riaperta al pubblico dopo cinquant’anni.

Quattrocento opere – sculture, disegni, ceramiche, maquette architettoniche – di una fra le menti creative più brillanti dei nostri giorni saranno ancora esposte tra il secondo piano del Museo e gli spazi dello storico Cellaio nel Real Bosco per consentire la visita alla mostra a chi ancora non ha avuto la possibilità di ammirarla.

A completamento della mostra la Chiesa di San Gennaro nel Real Bosco di Capodimonte aperta il 6 luglio 2021 con un intervento globale diretto dall’architetto Santiago Calatrava, omaggio alla ‘luce di Napoli’ e all’artigianato artistico locale.

Il grande artista e architetto si è servito dell’eccellenza delle maestranze locali: il maestro Perotti da Vietri sul Mare per le vetrate artistiche, Annamaria Alois per i preziosi paramenti d’altare in seta e i maestri artigiani dell’Istituto ad indirizzo raro Caselli – Real Fabbrica di Capodimonte, situato nel Real Bosco proprio davanti alla Chiesa, con cui ha realizzato i vasi e i candelabri in porcellana per gli altari, l’uovo sospeso al soffitto sull’altare maggiore, il fonte battesimale e le installazione per le nicchie e il soffitto.

Restaurato anche l’antico organo e le campane, tornate a risuonare dopo decenni di silenzio.

Resterà aperto fino al 24 ottobre anche l’antico Cellaio, accanto alla Chiesa, in cui sono esposte tutte le opere in ceramica di Calatrava.

Cellaio e Chiesa di San Gennaro sono aperti e visitabili gratuitamente il venerdì, sabato e domenica, dalle ore 10.00 alle ore 16.00 (ultimo accesso alle ore 15.30) mentre la mostra al secondo piano del museo è aperta tutti i giorni tranne il mercoledì dalle ore 10.00 alle 17.30 (ultimo accesso alle ore 17.00).

Nel museo, con un unico biglietto di ingresso sarà possibile visitare tutte le cinque mostre in corso: non soltanto Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli, ma anche Raffaello a Capodimonte: l’officina dell’artista, Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica, Diego Cibelli. L’Arte del Danzare assieme e Paolo La Motta. Capodimonte incontra la Sanità e le collezioni, tra le maggiori d’Europa.

Visita al museo, al Cellaio e alla Chiesa di San Gennaro con il green pass in totale sicurezza, digitale o cartaceo e con un valido documento di identità. Il personale dedicato utilizzerà esclusivamente l’app governativa “Verifica C-19”, che rispetta la normativa sulla privacy.

Il Real Bosco di Capodimonte – che per il suo patrimonio storico, architettonico e botanico è stato nominato nel 2014 il parco più bello d’Italia – offre riparo dalla calura estiva tra i viali del Giardino Tardo-Barocco o all’ombra degli alberi secolari del Giardino cino-inglese, tra il canforo secolare o le magnolie.

Prorogata fino al 24 ottobre 2021 la mostra Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli

20 e 22 agosto Summer Concert propone chitarra e musica medievale

Torna la musica colta di Summer Concert dopo la pausa ferragostana con due appuntamenti da non perdere: il 20 agosto a Caiazzo sarà di scena il maestro Carlo Curatolo con la sua chitarra, mentre il 22 agosto a S. Angelo in Formis il maestro Lanfranco Menga dirigerà l’Ensemble Oktoechos che si esibirà in due concerti, tra musica sacra e musica medievale. Il 22 agosto torna anche il Festival Organistico a Pietramelara con l’esibizione di Vincenzo Florio all’organo.

Venerdì 20 agosto presso Palazzo Mazziotti a Caiazzo, per la Sezione Focus/Chitarra di Summer Concert, Carlo Curatolo eseguirà alla chitarra brani di Francisco Tárrega, Manuel María Ponce, Isaac Albeniz e Augustin Barrios Mangorè. Il concerto è in programma alle ore 19.30 e sarà replicato alle 21.00.

Carlo Curatolo si è diplomato col massimo dei voti presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali Giovanni Paisiello di Taranto e il Conservatorio di Parma. Si è perfezionato presso la Segovia Guitar Academy di Pordenone, presso l’Accademia Chigiana di Siena. Parallelamente agli studi musicali ha conseguito la Laurea Magistrale in Fisica della Materia presso l’Università La Sapienza di Roma. Premiato in concorsi a Londra, Bratislava, Tallinn, Gorizia, Parma, Camogli, Gargnano, Enschede, ha ottenuto il primo premio al Concurso de Guitarra de Sevilla in Spagna, al Concorso Internazionale di Mottola in Italia, al Concurso Internacional de Guitarra de Viseu in Portogallo e al Premio Nazionale delle Arti del Miur.

Il Palazzo Mazziotti a Caiazzo è sito in via Umberto I: edificato nel XV secolo dal vescovo Giuliano Mirto Frangipane, divenne in seguito proprietà dei Mazziotti. Nell’androne del Palazzo è murata una lapide in cui viene ricordata la nomina del Vescovo Giuliano Mirto Frangipane, Cappellano Maggiore e Consigliere Reale, nonché Governatore dei Regi Studi di Napoli. Nel corso dei lavori di restauro, terminati nel 1999, sono emerse testimonianze architettoniche ed archeologiche appartenenti a periodi sannita, romano, medioevale, rinascimentale e barocco. Nel cortile di Palazzo Mazziotti è stato recuperato il piedistallo di una statua. L’epigrafe che vi è scolpita ricorda il monumento eretto a Quinto Gavio Fulvio Proculo, patrono di Caiazzo.

L’insieme di questi elementi, riscoperti e recuperati, sono oggi proposti “nell’insula di Palazzo Mazziotti” nel loro valore storico-culturale. L’immobile confluì nelle Opere Pie Riunite, da cui l’amministrazione comunale lo ha acquistato per destinarlo, insieme ad altri edifici contigui, a centro polifunzionale per le attività culturali ed espositive della Città.

Domenica 22 agosto, nella Basilica Benedettina di S. Angelo in Formis è invece in programma il doppio concerto dell’Ensemble Oktoechos (voci di Nadia Caristi, Eugenia Corrieri, Lisa Friziero e Marija Jovanovic) diretto da Lanfranco Menga inserito nella sezione “Il Suono & il Sacro”.

Alle ore 19.00 si terrà “Missa Medievalis”, canti gregoriani e polifonie medievali, in concomitanza con la liturgia vespertina celebrata da don Francesco Duonnolo. Alle ore 20.30, invece, spazio alla musica medievale con “Musica al tempo di Dante”, in cui saranno eseguiti brani di Gratiosus de Padua, Andrea da Firenze, Francesco Landini, Arnaut Daniel, Gherardello da Firenze e Lorenzo Masi.

L’Ensemble Oktoechos è uno dei migliori ensemble italiani specializzati nel repertorio vocale medievale ed ha tenuto concerti per importanti istituzioni culturali. Ha effettuato registrazioni per Rai2 e Rai3. Tra le tante produzioni realizzate, particolare interesse hanno suscitato “Abelardo ed Eloisa” con Ugo Pagliai e Paola Gassman, “La Storia di Sant’Orsola” con Milena Vukotic, “Hildegard von Bingen” con Claudia Koll, “Dramma liturgico Visitatio Sepulchri”, il “Concerto per le Sacre Ceneri” e i due drammi sacri “In die Annunciationis” e “In die Purificationis”.

Fondatore e direttore dell’Ensemble Oktoechos è Lanfranco Menga, diplomato in Canto Gregoriano, Musicologia e Composizione presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, si è poi perfezionato presso il Conservatorio Rimskij- Korsakov di San Pietroburgo, e specializzato in musica medievale a Monaco di Baviera. Ha tenuto concerti in Russia, Danimarca, Francia e Spagna, fa parte del gruppo di studio Cantus Planus della International Musicological Society. Ha insegnato nei Conservatori S. Cecilia di Roma e Benedetto Marcello di Venezia

Dedicata a San Michele Arcangelo, la Basilica Benedettina di S. Angelo in Formis sorge lungo il declivio occidentale del monte Tifata. Fu edificata nel X secolo sui ruderi del tempio dedicato a Diana Tifatina, di cui ripercorre il perimetro con l’aggiunta delle absidi al termine delle navate. Di quest’ultimo sono stati reimpiegati, nella ricostruzione della basilica del 1072 voluta dall’abate Desiderio di Montecassino (il futuro papa Vittore III), capitelli corinzi, colonne e la pavimentazione. La facciata è preceduta da un ampio porticato a cinque arcate ogivali di cui la centrale, più ampia, è realizzata con materiali marmorei di reimpiego. Il campanile ha un basamento in blocchi di pietra calcarea e bifore al secondo livello. La chiesa è a pianta basilicale, senza transetto, con tre navate absidate. Anche le colonne che dividono le navate sono di reimpiego. Le pareti risultano completamente affrescate con episodi dall’Antico e Nuovo Testamento attribuibili al periodo di ricostruzione della chiesa voluta dall’abate Desiderio, come testimoniano il suo ritratto nell’abside con il nimbo quadrato (utilizzato per distinguere i personaggi viventi) mentre offre a Cristo il modello della chiesa nonché l’epigrafe sul portale d’ingresso.

La rassegna Summer Concert – Itinerari musicali in di Terra di Lavoro è realizzata con il contributo del Mic – Direzione Generale Spettacolo e dalla Regione Campania ai sensi del DM 27 Luglio 2017 e della ex LR 6/2007, fa parte del network culturale nazionale e regionale di Aiam e Mede; si avvale della collaborazione della Direzione Regionale Musei Campania per il Museo archeologico di Teano, dei Comuni di Caiazzo, Teano, Piedimonte Matese e Carinola e di vari organismi culturali: l’Associazione Sidicina Amici del Museo di Teano, Club per l’Unesco di Caserta, Associazioni Monte Carmignano per l’Europa, Gaetano Filangieri e Byblos e del Comitato per il Centenario di Enrico Caruso di Piedimonte Matese.

L’ingresso ai concerti è con prenotazione. Ci si può prenotare inviando una e-mail a info@autunnomusicale.com. Si riceverà una e-mail di risposta contenente il link per effettuare la prenotazione.

Torna anche il Festival Organistico, interamente ospitato nella Chiesa di S. Rocco di Pietramelara e realizzato in collaborazione con la locale Associazione Amici dell’Organo. Il prossimo appuntamento è per domenica 22 agosto alle ore 19.30 con il maestro Vincenzo Florio che all’organo eseguirà musiche di Bach, Brahms, Reger, Frank e Verdi.

20 e 22 agosto Summer Concert propone chitarra e musica medievale

Novità dal mondo del cinema, una nuova risorsa gratuita online

Tra le tante proposte cinematografiche di cui il pubblico può usufruire oggi, tra cinema in sala, film sulle piattaforme di streaming ed internet, è ora disponibile gratuitamente online la nuova raccolta di oltre venti film di fantascienza, avventura e fantasy, con effetti speciali in computer grafica 3D, che ha già superato i 40 milioni di visualizzazioni online, ottenendo recensioni dalla stampa internazionale e la selezione in numerosi Festivals in Italia e all’estero.

Chi è appassionato di film di fantascienza, horror, fantasy e d’avventura, può godersi questi mini-film di una durata massima che va dai 5 ai 10 minuti, su qualsiasi dispositivo, dal tablet al cellulare, adatti ad una rapida fruizione sul web.

Pieni di emozione, questi film, diretti dal regista salernitano, nato a Napoli, Andrea Ricca, si affidano all’azione, al ritmo veloce e talvolta all’umorismo per raccontare storie di eventi fantastici che sconvolgono la tranquillità della gente comune costretta a combattere per la propria vita. Questi film raccontano di invasioni aliene, mostri fantastici ed eventi paranormali.

I film hanno superato i 40 milioni di visualizzazioni online ed hanno ricevuto recensioni dalla stampa internazionale (gli italiani Ciak, Il Mattino, Cineblog, Film TV, Nocturno, Fantascienza, Ivid, VideoMakers, Tutto Digitale, Horror Magazine, Fantasy Magazine, Taxi Drivers, Mucchio Selvaggio, News Cinema, Mondo Spettacolo ecc. e gli esteri Starburst Magazine, Rue Morgue Magazine, Scream Horror Magazine, Dread Central, Gruesome Magazine, Horror Movies Ca, Gorezone, Horror Society, Bloody Disgusting, Famous Monsters of Filmland, Sfx Magazine, L’Ecran Fantastique ecc.)

Tra i film più apprezzati dal pubblico ricordiamo “Spider Danger”, che racconta di un ragno diventato gigante dopo la caduta di un meteorite, con oltre 8 milioni di visualizzazioni, e “Aliens Night” sul tema dei rapimenti alieni, con 9 milioni di visualizzazioni.

Con attori ripresi dal vivo che interagiscono con creature generate al computer questi mini-film si ispirano alla fantascienza e all’horror sia classici che moderni ed a registi come Spielberg, Zemeckis, George Lucas ecc. Un cinema indipendente che si esprime oltre i confini nazionali.

Ecco alcuni Festival del Cinema a cui hanno partecipato: Fantafestival, Miami Film Festival, Vienna Film Festival, Los Angeles Cine Fest, International Fantastic Film Festival, Cleveland Comic Con, Linea D’Ombra Film Festival.

Un esempio delle nuove modalità di comunicazione ed espressione consentite dalle nuove tecnologie come internet e dai prezzi sempre più accessibili delle attrezzature da ripresa, che può ispirare i giovani ad intraprendere la strada del cinema.

I cortometraggi della nuova raccolta rappresentano una piacevole novità del mondo del cinema; il pubblico, ormai abituato ad accedere alle piattaforme di streaming tanto quanto alle sale cinematografiche, ora può approfittare di questi film disponibili gratuitamente online. Parliamo di produzioni che richiamano e sviluppano gli elementi presenti nei generi di fantascienza, avventura, horror e fantasy.

Tutti i film sono disponibili gratuitamente online sul sito: http://www.andrearicca.it

I film sono inoltre oggi visibili gratuitamente su Amazon Prime Video (solo USA e UK)

IL REGISTA

Andrea Ricca è un regista con una forte etica del fai-da-te, laureato in Sociologia e specializzato in grafica 3D, ha esordito nel 1998. Attualmente lavora come disegnatore 3D, editor e fotografo. Ha inoltre collaborato ad alcuni film per il Giffoni Film Festival. Nel 2012 ha pubblicato il libro: “Effetti Speciali Low Budget – Manuale di effetti speciali per registi indipendenti” in tutte le librerie per Dino Audino Editore.

LA CURIOSITÀ

I cortometraggi di Ricca sono stati citati in due tesi di laurea sul cinema di fantascienza italiano: “Il Cinema Italiano di Fantascienza” con relatore il professore Roy Menarini ed “Il cinema progettato per il Web” con relatore il professore Gian Battista Canova.

Novità dal mondo del cinema, una nuova risorsa gratuita online
Novità dal mondo del cinema, una nuova risorsa gratuita online

Matilde Serao inedita alla Fiera del Libro di Procida

Entra nel vivo la Fiera del Libro sull’Isola di Arturo, Capitale della Cultura 2022: sabato 21 settembre alle ore 20:00, appuntamento a Marina di Procida per la presentazione de L’anima dei fiori di Matilde Serao, progetto editoriale di Spartaco edizioni in 8 volumetti, curato dalla giornalista e autrice Donatella Trotta. Dopo i saluti del Direttore della Fiera, Rino d’Orio, del sindaco Dino Ambrosino, del delegato alla Cultura del Comune Michele Assante del Leccese e dell’ex assessore comunale alla Cultura Nico Granito, con la curatrice interverranno i professori Antonio Saccone e Gea Palumbo e la scrittrice Giuseppina De Rienzo. Letture di Salvatore Guadagnuolo e Giuseppe Coppola interventi musicali con canzoni della Belle Epoque interpretate dalla cantante Graziella Scotto di Vettimo accompagnata alla chitarra dal Maestro Franco Tramontano.

«Ogni fiore è un’anima che sboccia in natura», diceva il poeta e scrittore francese Gèrard de Nerval (1808-1855), figura di spicco del romanticismo letterario. E sembra prendere le mosse da questa ispirazione Matilde Serao quando, nel 1903, pubblica con la Libreria Editrice Nazionale di Milano L’anima dei fiori, oltre 400 pagine di un singolare «picciol libro emotivo e sentimentale», come lo definisce l’Autrice stessa, da lei costruito, anzi “intrecciato” alla stregua di una pluricromatica (e polisemica) «ghirlanda spirituale», a scandire in un suo momento di radicale svolta esistenziale il «misterioso calendario dell’anima» e le stagioni (quando c’erano!), nel segno della memoria attiva, del primato degli affetti, di una poetica delle piccole cose e di una est/etica della gentilezza (e della cura della bellezza) che tanto deve al boom ottocentesco del genere dei “Flower Books”: a consolazione del suo (vasto) pubblico di lettori e, soprattutto, lettrici. Da allora, il misconosciuto libro di Serao non è mai stato ristampato: fino a quando l’editore Spartaco di S. Maria Capua Vetere, per celebrare i primi 25 anni della sua attività, ha deciso di varare un progetto editoriale (2020-2023) che ripubblica l’opera – nel rispetto dell’articolazione originaria data dall’Autrice alla prima edizione – in 8 raffinati volumetti, su carta pregiata e copertine acquarellate dell’artista Angelo Maisto, impaginate con particolare cura grafica e affidate alla curatela della giornalista e scrittrice Donatella Trotta, studiosa seraiana che ne commenta la genesi e la stesura nel contesto della biografia e dei tempi della celebre scrittrice, giornalista e poligrafa infraseculare: che ancora oggi offre non pochi spunti di riflessione particolarmente attuali, in tempi di pandemia che guardano ad una agognata ripartenza che metta al centro l’ecologia. Anche della mente. Dei primi quattro libri dell’opera già pubblicati (Per amarvi, o fiori!; Le rose; Le violette e il recente Il mandorlo, il gelsomino, il papavero) si dialogherà sabato 21 agosto 2021 a Procida, nell’àmbito della 61esima edizione della Fiera del Libro: con la curatrice, dopo i saluti di Rino d’Orio, direttore della Fiera del Libro, del sindaco Dino Ambrosino, del delegato alla Cultura Michele Assante del Leccese e dell’ex assessore comunale alla Cultura Nico Granito, interverranno i professori Antonio Saccone e Gea Palumboe la scrittrice Giuseppina De Rienzo. Letture di Salvatore Guadagnuolo e Giuseppe Coppola, interventi musicali di Graziella Scotto di Vettimo accompagnata alla chitarra dal Maestro Franco Tramontano.

L’appuntamento (alle ore 20:00 nell’accogliente spazio di Marina di Procida antistante il Procida Hall, dove verrà annunciata pure l’uscita, ai primi di settembre, del quinto volume dell’Anima dei fiori dedicato a Il crisantemo, il giglio, i lilla, i garofani) ricostruirà così, tra parole e musica, le magiche atmosfere create da Serao nelle sue pagine tra arte e poesia, storia e costume, botanica, linguaggio simbolico dei fiori e leggende, bozzetti d’ambiente e riflessioni intimiste un elogio dell’amore. Evocando il profumo di un passato recente in cui anche l’amore, malgrado tutto, era inscritto in una civiltà della cortesia.

Matilde Serao inedita alla Fiera del Libro di Procida

Leggi anche...

- Advertisement -