Ancora un caso di maltrattamenti in famiglia. A dispetto di arresti, denunce e provvedimenti giudiziari, ha continuato a maltrattare la compagna e i due figli avuti da quest’ultima, da una precedente relazione.

L’arresto
è stato
effettuato
dalla polizia

E’ finito per questo agli arresti domiciliari il 41enne G. D., residente a Marcianise (Caserta) che già il due febbraio scorso era stato arrestato dalla polizia con l’accusa di avere malmenato ed insultato pesantemente la compagna ed i figli di quest’ultima di 18 e 13 anni.

Il gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere aveva così emesso, su richiesta della Procura, la misura cautelare del “divieto di avvicinamento” ai luoghi abitualmente frequentati dalle persone offese; una misura che l’uomo ha violato a marzo, quando ha aggredito la compagna, beccandosi una denuncia a piede libero.

Ad aprile il colpo di scena, con la donna che volle riallacciare la relazione con il 41enne, da cui aveva avuto una bimba di tre anni; così il provvedimento cautelare fu revocato. I poliziotti del commissariato di Marcianise sono dovuti intervenire nuovamente nell’abitazione della coppia, constatando che la donna perdeva sangue dal naso e dalla bocca. L’uomo è stato arrestato, e il gip ha disposto gli arresti domiciliari.