Ancora un caso di violenza contro le donne. L’ha presa a calci, pugni e schiaffi anche quando era incinta e persino quando teneva in braccio la loro figlia neonata, costringendola più volte ad allontanarsi da casa per sfuggire alle violenze. Ma la vittima di un compagno brutale ha sporto denuncia e, dopo indagini dei carabinieri, il gip di Santa Maria Capua Vetere ha emesso una misura cautelare in carcere nei confronti di G. F., 25enne di Falciano del Massico (nel Casertano).

L’uomo deve rispondere di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori. IL 25enne, dopo la fine della relazione con la madre di sua figlia, ha continuato a perseguitarla, cercando di intimidirla con messaggi e ha minacciato pure la madre della donna, arrivando a dare fuoco per ritorsione, a 4 vetture di persone legate alla sua ex, e parcheggiate davanti alle abitazioni dei rispettivi proprietari.