Di fronte al fenomeno crescente dei suicidi in carcere sono state disposte una serie di ispezioni, a partire da Poggioreale a Napoli. Desta preoccupazione – si legge infatti in una nota del Ministero – il crescente numero di suicidi che si stanno verificando all’interno delle carceri, un fenomeno che impone un’attenta riflessione sulle cause e sulle origini che stanno alla base di questi gesti.

Cosi’ il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, e il capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Francesco Basentini, hanno disposto l’avvio di una mirata attivita’ ispettiva orientata a raccogliere tutti gli indispensabili elementi informativi – cause, dinamiche e modalita’ dei fatti – in riferimento ad ogni suicidio avvenuto dal 1 gennaio 2018 e rispetto ad ogni ulteriore evento futuro della stessa natura. L’iniziativa si inquadra nella maggiore attenzione impressa dall’amministrazione sulle condizioni dei detenuti.