di Giancarlo Tommasone

All’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centrale costerà 42mila euro (42.062,19 per essere precisi) il ripristino dell’area demaniale prospiciente la villa posillipina dell’imprenditore Alfredo Romeo.

Tra i più facoltosi d’Italia,
il 65enne immobiliarista originario
di Cesa (in provincia di Caserta)
ha finora omesso
in maniera sistematica,
di ottemperare  alle disposizioni dell’autorità giudiziaria
emesse per lo smantellamento
del giardino
allocato
davanti alla sua residenza

L'immobiliarista Alfredo Romeo
L’immobiliarista Alfredo Romeo

Giardino al quale sono stati «apposti i sigilli». A questo punto, per attenersi all’imposizione della magistratura, è l’Authority a dover anticipare quel denaro. Il paradosso viene abbondantemente raggiunto, perché nonostante Romeo sia chiaramente in una situazione economica di agiatezza e abbia grande disponibilità economica, dovrà essere lo Stato a farsi carico delle spese per sgomberare il giardino dell’immobiliarista «impiantato» su un’area demaniale.

Lo Stato, poi, dovrà avviare nei confronti di Romeo
un procedimento per recuperare i soldi anticipati

La somma impegnata dall’Adsp è servita a portare a completamento un iter partito col censimento delle piante, passato attraverso la rimozione di quelle in vaso (di piccole e medie dimensioni) e terminato (nella prima fase) col trasferimento di piante e alberi nel porto di Napoli. Step successivo il completamento delle attività di espianto e il trasporto dallo scalo partenopeo all’Orto Botanico, destinazione finale delle specie provenienti dall’area verde di Romeo.

Il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centrale, Pietro Spirito

La delibera dell’Autority

Le opere di sgombero e di trasferimento, effettuate alla fine dello scorso maggio, sono fissate punto per punto nella delibera dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centrale (la n. 177/18), avente ad oggetto «lavori di ripristino dell’area demaniale marittima sottoposta a sequestro giudiziario e sottostante i civici (…) di Via Posillipo. Rimozione e trasporto di piante». L’area in questione ammonta a circa 930 metri quadrati, ed è posta in adiacenza alla concessione demaniale del Lido Sirena e a ridosso della proprietà di Romeo. Tra le specie che affollavano il giardino dell’immobiliarista, numerosi esemplari di piante grasse, eucalipti ed esemplari alquanto rari. Il trasporto verso lo scalo napoletano è avvenuto via mare, poi dal porto le piante sono state trasferite a bordo di camion verso l’Orto Botanico.