Una fabbrica abusiva per la produzione illecita di sigarette di contrabbando è stata scoperta dai militari del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli che hanno arrestato 12 persone. Le fiamme gialle della compagnia di Nola hanno individuato, ad Acerra (Na), un capannone ad uso industriale, esteso circa 1.000 metri quadri, adibito alla produzione delle sigarette di contrabbando.

I finanzieri hanno trovato all’interno circa 30 tonnellate di tabacco lavorato estero, altre materie prime (filtri, cartine e materiale da confezionamento), altri prodotti necessari per la lavorazione e costosi macchinari per la fabbricazione.

I soggetti responsabili, che si stavano occupando del confezionamento di sigarette di contrabbando, sono stati arrestati e trasferiti a Poggioreale e Santa Maria Capua Vetere, mentre le attrezzature e le materie prime utilizzate per la fabbricazione illecita sono state sottoposte a sequestro.
Contestualmente, è stato scoperto a Cervino (Ce) un ulteriore deposito di stoccaggio nel quale è stata trovata un’enorme quantità di prodotti da confezionamento riportanti il marchio delle sigarette ”Regina” contraffatto.