TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Chissà come abbia partorito un’idea del genere, eppure è accaduto sul serio. Un uomo ha sequestrato la sua ex moglie e la persona con la quale la donna aveva una relazione rinchiudendoli, in una casa e costringendoli a farsi fotografare in atteggiamenti compromettenti per ottenere poi denaro sotto minaccia. E’ accaduto in provincia di Benevento dove i carabinieri di Telese Terme hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di un 59enne, su mandato dei magistrati sanniti. I reati contestati all’uomo vanno dal sequestro di persona, violenza privata, estorsione, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia ai danni. Le indagini sono partite dopo il rinvenimento di alcune foto.

La vittima, vincendo l’iniziale imbarazzo, ha raccontato ai militari dell’Arma di essere stato costretto dall’indagato ad assumere atteggiamenti compromettenti e a farsi fotografare, dopo essere stato sequestrato in un appartamento e aver subìto minacce e violenze fisiche, ovvero calci, pugni e schiaffi. Le foto sono state poi utilizzate per ricattarlo e costringerlo a pagare 5mila euro. La somma, però, non è stata ritenuta sufficiente, e le foto sono state inviate dall’arrestato a vari destinatari con l’intento di distruggere la reputazione del malcapitato e ottenere il versamento di ulteriori 200mila euro. Le dichiarazioni della vittima hanno trovato riscontri in numerose testimonianze e le indagini hanno anche fatto emergere gravi maltrattamenti ai danni dell’ex moglie, che oggi vive in una località sconosciuta, da parte dell’indagato. La donna, oltre ad essere costretta a farsi fotografare, era stata in più occasioni colpita con calci e pugni.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT