Tre le aziende e i siti sequestrati, 4 le attivita’ sottoposte a sanzioni amministrative per smaltimento illecito di rifiuti, 18 le persone identificate, di cui 4 denunciate. Questi alcuni numeri dell’esito dell’operazione di controllo straordinario del territorio nell’area di Aversa e comuni limitrofi disposta da Gerlando Iorio, l’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi nella regione Campania, per cui sono stati effettuati controlli a 9 attivita’ imprenditoriali e commerciali del comprensorio ed e’ stato attuato un mirato servizio congiunto di pattugliamento del territorio.

Al termine dell’intervento sono state contestate violazioni amministrative per oltre 10mila euro e sequestrati 40 metri cubi di rifiuti speciali, collocati su un’area di circa 200 metri quadri. In campo 33 equipaggi, per un totale di circa 100 unita’ appartenenti al raggruppamento Campania dell’esercito, al Commissariato della polizia di Stato di Aversa, al reparto territoriale Carabinieri di Aversa e ai Carabinieri Forestali di Caserta, al gruppo della Guarda di Finanza di Aversa, al reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli, nonche’ funzionari dell’Arpac, del Comando della polizia locale di Aversa e della polizia provinciale di Caserta.

In particolare, in prossimita’ di viale Europa del Comune di Aversa e’ stata sequestrata un’autofficina di riparazione di macchine agricole e trattori, di 400 metri quadri, priva di autorizzazione e operante in totale violazione della normativa ambientale e della sicurezza sul lavoro. Nell’area sono stati rinvenuti parti di veicoli abbandonati e contenitori di oli esausti, che contaminavano il suolo. Il titolare e’ stato denunciato, cosi’ come il dipendente che lavorava in nero.

Nel pressi del cimitero, in localita’ San Michele, e’ stata sequestrata una carrozzeria di circa 250 metri quadri, gestita senza autorizzazione e in violazione della normativa in materia di emissione di fumi in atmosfera. E’ in corso una verifica sulla regolarita’ edilizia dell’immobile. Il titolare e’ stato denunciato a piede libero all’autorita’ giudiziaria.

I risultati, seppur ancora parziali in quanto l’attivita’ di controllo e’ ancora in corso, sono il frutto della modalita’ operativa di contrasto, promossa dall’Incaricato e approvata dai Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica di Napoli e Caserta, basata su azioni coordinate di controllo del territorio alle quali concorrono, con l’esercito e le forze dell’ordine, anche le polizie locali. L’attivita’ svolta e’ monitorata dalla procura della Repubblica di Napoli Nord, costantemente informata dalle forze di polizia che partecipano, congiuntamente, alle operazioni straordinarie di contrasto al fenomeno dell’abbandono e del trasporto illecito dei rifiuti nei territori della Terra dei Fuochi.