Lo spostamento di un albergo dal bordo del parco di Bagnoli al lato interno di via Cocchia, la cancellazione di uno dei parcheggi e un tetto massimo alle volumetrie di nuove attrezzature sportive per sport d’acqua. Sono queste le tre modifiche principali del Programma di Risanamento Ambientale e di Rigenerazione Urbana (Praru) che saranno sottoposte all’approvazione della Conferenza dei servizi su Bagnoli in programma venerdi’ alle 10 alla Porta del Parco di Bagnoli.

Dal nuovo Praru che verra’ presentato emerge che una struttura ricettivo-alberghiera, che era prevista ai lati del parco che sorgera’ nell’ex area Italsider, verra’ spostata all’interno di via Cocchia accanto all’impianto residenziale di origine operaia costruita negli anni di attivita’ dello stabilimento siderurgico. In quella zona sono previste due strutture per attivita’ commerciali e una struttura per il terziario e la ricerca e una per industrie e servizi. La struttura alberghiera dovra’ avere anche un’altezza vincolata alla linea delle residenze gia’ esistenti.

 

Nel Praru portato in Conferenza dei Servizi da Invitalia ci saranno tre strutture turistico-ricettive, di cui uno ‘student hotel’, per un totale di 230.000 metri cubi. Viene invece cancellato il parcheggio che nel Praru originale era denominato P9 e sarebbe dovuto sorgere nella parte finale del lungomare di Bagnoli, dal lato della strada che porta a Nisida, dove verra’ costruito un porto turistico. I posti auto previsti per quel parcheggio verranno dirottati a un’altra area di sosta, denominato P3 nel Praru.

Le modifiche sono state apportate seguendo le prescrizioni del Mibac dopo la valutazione del primo programma approvato. Alla conferenza dei servizi e’ atteso il via libera di tutti gli attori istituzionali per lo stralcio urbanistico che consentira’ di procedere a determinare la condizione abilitante del Praru stesso, cioe’ l’approvazione delle destinazioni d’uso dei suoli.