TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

E’ stato sorpreso a bruciare rifiuti nell’area della sua azienda, per tale motivo è finito nei guai con la legge. Un 55enne di Scisciano, nel Napoletano, comproprietario di un’azienda di infissi, incendiando plastica, scarti edili e carta depositati su un’area di circa 10 metri quadrati nel piazzale dell’azienda, ha prodotto una colonna di fumo nero che è stata notata dai carabinieri della Stazione forestale di Marigliano che hanno subito raggiunto l’azienda.

L’uomo è stato quindi bloccato, e l’incendio è stato spento. E’ scattata così la denuncia a suo carico di gestione e combustione illecite di rifiuti. I militari hanno sottoposto a sequestro 2 cassoni e 3 grandi sacchi di rifiuti edili ed elettronici per il cui stoccaggio la ditta era sprovvista di autorizzazioni. Le aree con i rifiuti, sia quelli incendiati che quelli stoccati, sono state poste sotto sequestro.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT