Lutto nel mondo della radiofonia campana. Nella notte, in seguito ad una grave malattia, è venuto a mancare l’editore e presidente del Consiglio di Amministrazione di Radio Marte, Paolo Serretiello.

Direttore artistico dell’emittente, che fondò nel 1979 e che chiamò così perché in quell’anno partì una navicella in direzione del Pianeta Rosso, Serretiello lascia la moglie e due figli. Nel 2013 il patron di Radio Marte fu nominato Cavaliere nel Sacro Ordine Costantiniano di San Giorgio. Sessant’anni compiuti il mese scorso, Paolo Serretiello era un napoletano doc, originario di Materdei e legatissimo, nonché profondo conoscitore, delle tradizioni partenopee.

 

Il cordoglio di de Magistris: sempre attento alla vita della città

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha espresso profondo cordoglio per la scomparsa dell’editore di Radio Marte Paolo Serretiello e, anche a nome dell’intera Amministrazione comunale, è vicino alla famiglia e a Radio Marte “Paolo Serretiello era un editore attento alla vita della città e la raccontava attraverso le frequenze della “sua” radio, che era una delle sue ragioni di vita. Mancherà al mondo della radio, di tutte le radio”, ha detto il primo cittadino.