Chiesta la conferma dell’ergastolo al processo di secondo grado, in corso davanti ai giudici della Corte di Assise di Appello di Napoli per un uomo di 38 anni accusato di un delitto di camorra commesso 19 anni fa, quello di Andrea Biancur. L’imputato, Giovanni Buonanno, di Marcianise (Caserta) è a piede libero.

Per gli stessi fatti, quattro anni fa, era stato coinvolto il fratello maggiore, Pasquale Buonanno che si era accusato del delitto. Per quest’ultimo fu chiesta la condanna ma i giudici lo assolsero condannando il fratello minore per il quale invece era stata chiesta l’assoluzione.

 

La sentenza è attesa per il 20 maggio prossimo.