I pm antimafia di Napoli hanno chiesto 18 anni di carcere per l’imprenditore di Casapesenna (Caserta) Nicola Inquieto, considerato l’uomo chiave del boss Michele Zagaria negli affari in Romania.

Il processo a carico di Inquieto, estradato temporaneamente in Italia, si sta celebrando negli uffici giudiziari del tribunale di Napoli Nord (Caserta). Per l’accusa l’imprenditore avrebbe partecipato al ‘business’ dei Casalesi fino al 2016 e, pertanto, la pubblica accusa ha anche avanzato una richiesta di confisca totale dei beni.

 

La difesa di Inquieto, che si è dichiarato estraneo ai fatti, pronuncerà le arringhe tra una settimana.