Ha denunciato di aver subito per anni violenze e vessazioni perche’ aveva detto ai suoi genitori di essere omosessuale. Lo hanno preso a schiaffi, a calci e persino lo avrebbero minacciato di dargli fuoco. Una mattina, inoltre, sarebbe stato cosparso di benzina ai piedi. Una storia drammatica che ha visto protagonista un ragazzino di 14 anni di Napoli che ha raccontato ad amici quanto stava subendo.

Da li’ e’ partita una denuncia alla polizia che ha trasmesso immediatamente la segnalazione alla procura di Napoli che ieri mattina ha disposto, in accordo con gli assistenti sociali, l’allontanamento del minore dalla sua famiglia, indagando poi i genitori per lesioni, maltrattamenti e minacce aggravate. Il ragazzino e’ stato affiancato da Fabrizio Mazzarro, portavoce del Gay Center e dall’Arcigay di Napoli. Le indagini della polizia hanno portato nel giro di pochi giorni a verificare che quanto aveva raccontato il 14enne aveva purtroppo dei fondamenti.