Tre arresti sono stati eseguiti dai carabinieri della stazione di Afragola, insieme ai colleghi della Compagnia di Castello di Cisterna e del Battaglione Campania. L’operazione è stata condotta nei confronti del 33enne Salvatore Esposito, della 32enne Daniela Cortopasso (entrambi di Casalnuovo) e di Armando Tammaro, 28enne di Volla. I tre, secondo quanto risulta ai carabinieri, sono già noti alle forze dell’ordine, e sono ritenuti responsabili di sequestro di persona e lesioni personali ai danni di un 31enne di Afragola.

La ricostruzione dei fatti
in base al racconto
del 31enne di Afragola,
che si è rivolto ai carabinieri

L’uomo, insieme alla moglie, ricostruiscono gli inquirenti, è stato prima attirato presso l’abitazione di Esposito e Cortopasso a Casalnuovo, e poi picchiato sotto la minaccia di una pistola: era «accusato» di non aver pagato l’intero prezzo di alcuni stupefacenti acquistati.

Per fare in modo che il 31enne saldasse il debito i tre, dopo averlo malmenato, avrebbero preso in ostaggio sua moglie. L’hanno poi sbattuto fuori casa, è riportato nel comunicato diffuso dai carabinieri, dicendogli che avrebbe rivisto la donna solo dopo aver pagato la somma richiesta. La vittima, piuttosto che mettersi alla ricerca del denaro, ha deciso di raccontare tutto ai carabinieri che, intervenuti sul posto, hanno arrestato i tre e «liberato» la donna. Esposito e Tammaro sono stati condotti presso il carcere di Poggioreale, mentre Cortopasso è stata accompagnata in quello di Pozzuoli.