La polizia stradale di Arezzo ha denunciato due uomini, padre e figlio di 51 e 26 anni, originari di Torre Annunziata (Napoli) per riciclaggio. I due sono stati fermati sabato notte sull’A1 nell’area di servizio di Badia al Pino, tra i caselli di Monte San Savino e Arezzo, mentre trasportavano a bordo di una vettura con targa croata più di mezzo milione di euro in contanti. Il denaro, nascosto sotto il pianale dell’auto, era stato diviso in 8 pacchetti e avvolto nel cellophane.

Interrogati dagli agenti, padre e figlio hanno tentato di giustificarsi dicendo di essere diretti in Germania per acquistare un appartamento e che il denaro era frutto della vendita di un ristorante e di un generoso regalo fatto dalla madre. In particolare, il 51enne era già noto alla Polstrada di Battifolle (Arezzo) perché nel 2001 era stato scoperto a trasportare 80 milioni di lire in contanti di dubbia provenienza. I due sono stati denunciati per riciclaggio, l’auto ed il denaro sequestrati. Le indagini proseguono per risalire alla provenienza della somma.