TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

La condanna per corruzione che i giudici del Tribunale di Torre Annunziata (Napoli) avevano comminato a Luigi Bobbio, in qualità di sindaco di Castellammare di Stabia, e al commercialista-consulente Felice Marinelli è stata cancellata: oggi pomeriggio i giudici della sezione penale della Corte d’Appello di Napoli (presidente Abbamondi, a latere Mastrominico e Picardi) hanno assolto i due imputati con la formula perché il fatto non sussiste, ribaltando così il precedente verdetto che fu emesso nel marzo 2018. Secondo l’impostazione l’accusa, il consulente-commercialista avrebbe pagato delle cartelle esattoriali di Bobbio per ricambiare la nomina a consulente in una società partecipata avuta proprio grazie all’allora primo cittadino.

 

Durante la requisitoria il sostituto procuratore generale aveva chiesto la prescrizione per Bobbio e la conferma della condanna per Marinelli ma la Corte d’Appello ha deciso diversamente, discostandosi dalle conclusioni accusatorie e recependo invece le argomentazioni difensive incentrate sull’insussistenza delle contestazioni. Bobbio è stato difeso dall’avvocato Andrea Ruggiero, mentre Marinelli è stato difeso dagli avvocati Gaetano Inserra e Lucio Majorano. “É stata una sentenza molto coraggiosa e di questo sono felice dopo tutto quello che ho passato”, ha commentato Bobbio, attualmente giudice civile al Tribunale di Nocera Inferiore.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT