TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Il pantano in cui si trova via Marina sembra davvero senza via d’uscita. E un articolo del ‘Mattino’, a firma del collega Leandro Del Gaudio, riporta una conversazione tenuta in auto da Pasquale Ferrara, uno dei manager vincitori dell’appalto per la riqualificazione della fondamentale arteria cittadina. Con lui c’è sua moglie. Si parla del “servizio fatto male”, come dice l’uomo, mentre i due si trovano imbottigliati nel traffico. La risposta della donna, anche se va sottolineato essere priva di rilevanza penale, lascia poco spazio alle interpretazioni: “che te ne importa, ti danno il resto dei soldi? Questo è necessario”.

Intanto il Tribunale del Riesame ha revocato proprio a Pasquale e Mariano Ferrara, Umberto e Vincenzo Ianniello, Vincenzo Boccanfuso, gli arresti domiciliari, commutandoli in una misura interdittiva per sei mesi. Tutti gli indagati continuano a negare di aver consumato una truffa ai danni dello stato, dal momento che i lavori, a loro giudizio, sono stati saldati i primi anni, attraverso il sistema delle sal (stato di avanzamento dei lavori), sotto l’osservazione dei dirigenti degli uffici tecnici del Comune di Napoli.

 

Ma non si tratta dell’unico filone sotto l’attenzione degli inquirenti. Restano le cinque fatture false rinvenute in questi mesi dalla Guardia di Finanza, che hanno portato alle accuse di reati fiscali. E sempre il Tribunale del Riesame ha annullato in toto gli arresti domiciliari per Achille Prospero. Secondo la Procura, gli indagati avrebbero gonfiato i costi di alcune forniture, fabbricando le false fatture. Non viene contestata l’accusa di corruzione, ma resta sempre sullo sfondo l’ipotesi tangenti. Che si specchia in un’altra indagine condotta dalla Procura di Napoli sugli appalti di via Marina. E che vede coinvolti anche alcuni dirigenti del Comune di Napoli. L’inchiesta, nata anni fa, si rivolse ad alcuni appalti all’interno del porto di Napoli e nell’ambito della quale vennero intercettati alcuni imprenditori che hanno realizzato alcune tranche dei lavori in via Marina.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT