Gli agenti hanno messo fine all’attività illegale di quattro persone. A Santa Maria Capua Vetere, nel Casertano, la polizia ha infatti arrestato in flagranza di reato per rapina impropria, resistenza a pubblico ufficiale, tentato omicidio, ricettazione, possesso non giustificato di oggetti atti ad offendere e di arnesi atti allo scasso, 4 albanesi. Si tratta di M. T., 22 anni, K. C., 34 anni, M. D., 33 anni, e A. B., 27 anni, sono tutti irregolarmente in Italia e con precedenti specifici.

Agenti della Squadra Mobile hanno notato una Alfa 147 con quattro persone a bordo rallentare la marcia nei pressi di alcuni palazzi; durante il pedinamento, i quattro, dopo aver lasciato l’auto in strada,
hanno imboccato una stradina periferica
e fatto perdere le loro tracce

I poliziotti hanno continuato a perlustrare la zona, rintracciando poco dopo la stessa auto con i quattro di nuovo a bordo e con un grosso oggetto scuro che si intravedeva dal portabagagli. La vettura è stata seguita a distanza attraversare le zone di Teverola e Frattaminore sino in via Atellana d Caivano, dove è stata bloccata. Due degli occupanti, dopo aver colpito due agenti, hanno tentato la fuga.

Auto in corsa contro un poliziotto

Altri due sono rimasti a bordo della 147, ingranando la marcia e accelerando velocemente, ma finendo prima contro una auto di servizio e poi urtando uno degli agenti alla gamba, facendolo rovinare a terra. L’Alfa 147, dopo aver percorso a grande velocità la periferia di Caivano, è stata di nuovo bloccata da un’auto della polizia.

Uno dei 4 è stato ferito a un piede da un agente,
che ha estratto la pistola e ha fatto fuoco

Il passeggero, armato di pistola, è stato ferito ad un piede da un colpo esploso da un poliziotto; il conducente ha tentato una nuova fuga scagliandosi violentemente a folle velocità contro le auto di servizio, riuscendo a creare un varco tra le stesse. Alla fine sono finiti in manette in quattro.