Un incendio di vaste proporzioni sta impegnando, dalla notte scorsa, i Vigili del fuoco a Sant’Antonio Abate, dove – a via Casoni Marna – hanno preso fuoco un deposito di rifiuti ingombranti prelevati dall’azienda Am Tecnology e un deposito di pomodori pelati. I vigili del fuoco sono tuttora al lavoro per controllare gli ultimi focolai e per verificare la staticita’ di cio’ che e’ rimasto del capannone avvolto dalle fiamme mentre, per tutta la notte, una gigantesca colonna di fumo ha impedito agli abitanti di tenere le finestre aperte, perche’ l’aria e’ diventata irrespirabile anche a molti chilometri di distanza.

 

Il Comune di Sant’Antonio Abate rassicura i cittadini con un comunicato pubblicato su Facebook: “Tutti i parametri di possibili agenti inquinanti sono risultati ampiamente sotto la soglia di pericolo”. La stessa amministrazione comunale, nella notte, aveva consigliato ai cittadini di non uscire di casa e di tenere le finestre chiuse. Ancora da accertare le cause dell’incendio, che non sembrerebbe di origine dolosa.