I carabinieri della compagnia di Nola, in provincia di Napoli, hanno eseguito un’ordinanza nei confronti di quattro persone che, come hanno stabilito le indagini della locale procura, hanno rubato e tentato di rubare carte d’identità in bianco danneggiando così diversi enti comunali.

L’ordinanza è stata emessa dal Gip di Nola di applicazione congiunta delle misure cautelari dell’obbligo di dimora e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Scaturite a seguito del furto di un centinaio di carte d’identità, ancora da compilare, avvenuto nel mese di maggio 2017 nel Comune di Nola, le indagini si sono sviluppate attraverso l’acquisizione e la relativa visione di numerosi filmati delle telecamere pubbliche e private localizzate lungo tutte le possibili vie di fuga dei responsabili, l’analisi di tabulati telefonici, l’attività tecnica d’intercettazione e i servizi di osservazione e pedinamento che hanno consentito di delineare un grave, concordante e univoco quadro indiziario a carico delle persone indagate. La misura cautelare di obbligo di dimora e obbligo di presentazione alla p.g. è scattata per di C.R. (46 anni), C.E. (42 anni), E.A. (21 anni) e C.A. (40 anni). L’attività investigativa ha consentito di raccogliere ulteriori elementi a carico dei destinatari della misura cautelare in ordine a diversi episodi criminosi di analoga tipologia consumati presso le sedi dei Municipi di San Giuseppe Vesuviano (Na), Teverola (Ce), nonché del tentato furto presso il Municipio di Marano di Napoli (Na).