TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

“L’imputato e’ inequivocabilmente colpevole e dai racconti delle vittime emerge la sua personale insondabile malvagita’”. Un racconto dell’orrore quello che ripercorrono i giudici della terza sezione della Corte d’Assise d’Appello di Napoli nelle pagine di motivazioni che hanno portato alla pena dell’ergastolo per Raimondo Caputo, accusato di aver violentato e poi gettato nel vuoto uccidendola, la piccola Fortuna Loffredo, sei anni, assassinata il 24 giungo del 2015 al parco Verde di Caivano, comune a Nord di Napoli. “Il complesso probatorio costituito dalle dichiarazioni rese nell’incidente probatorio dalle minori risulta coerente e convergente e sfocia in modo lineare nell’inequivocabile colpevolezza di Raimondo Caputo in relazione agli abusi sessuali e all’omicidio della piccola Fortuna Loffredo”, scrivono i giudici.

Raimondo Caputo

Le minori testimoni chiave dell’inchiesta sono le piccole figlie di Marianna Fabozzi, ex compagna di Caputo condannata per favoreggiamento perche’ anche loro sono vittime degli abusi dell’uomo. Sono loro che hanno ripercorso con non poche difficolta’ quei momenti sia delle violenze patite che dell’omicidio di Fortuna. I giudici in particolari trascrivono le dichiarazioni ritenute fondamentali per dichiarare la colpevolezza dell’imputato. “Io sono andata appresso a loro (Raimondo Caputo e Chicca, ndr) a fare la spia e ho visto che lui la metteva su un terrazzo e la violentava… ho visto che Raimondo la violentava, l’ha stesa e lui si buttava addosso e si muoveva. Chicca dormiva (forse era svenuta, ndr), stava senza mutandina. E poi sono scesa e non ho detto niente a mamma perche’ c’avevo paura…quando lui mi violentava mi diceva ‘l’ho uccisa io Chicca?'”. Un racconto che i giudici definiscono caratterizzato da “sincerita’ e genuinita’”.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT