TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Continuano i controlli delle forze dell’ordine per la tutela dell’ambiente e per il contrasto al lavoro nero. Nelle scorse ore è stato sequestrato a Casandrino, un opificio per reati ambientali e violazioni della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Tre persone sono finite nei guai dopo i controlli della Finanza

Tre le persone denunciate dai finanzieri del Comando provinciale di Napoli che hanno ispezionato il capannone adibito a fonderia e posto sotto sequestro non solo l’officina, ma anche i macchinari, le materie prime e i semilavorati rinvenuti al suo interno.

La ditta di fusione di metalli leggeri non aveva alcuna autorizzazione amministrativa in materia di sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi e smaltimento dei rifiuti e versava in precarie condizioni igienico-sanitarie e di sicurezza. E’ stata, inoltre, riscontrata la presenza di un lavoratore non regolarmente inquadrato, ignoto agli enti previdenziali e senza riconoscimenti ai fini pensionistici.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT