TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

”Se ci sono stati aumenti nel rinnovo del contratto specifico di Fca, e’ anche merito della Fiom, erano dieci anni che li chiedevamo. Ma oggi (ieri ndr) ci saremmo aspettati che i sindacati firmatari almeno portassero il protagonista, ossia almeno una copia del rinnovo contrattuale da far visionare agli operai”. E’ quanto ha affermato Sebastiano d’Onofrio, delegato Fiom ed operaio dello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco, il quale ha criticato le assemblee svoltesi ieri di Fim, Uilm, Fismic e Ugl, convocate dai sindacati firmatari proprio per illustrare i termini del rinnovo del contratto specifico.

 

”Dopo il clamore dei giorni scorsi – ha aggiunto – ci aspettavamo assemblee affollatissime, ed invece abbiamo notato una scarsa partecipazione degli operai. Alle assemblee erano presenti soprattutto team leader, capi, ma pochi operai. Nel corso delle assemblee alcuni nostri iscritti hanno anche chiesto di prendere visione del contratto per il quale era necessario fare un confronto con gli operai, e che invece e’ stato sottoscritto dai soli sindacati. I segretari nazionali hanno detto che faranno pervenire un documento con il quale si dettaglieranno i vari punti, ma intanto gli operai non hanno avuto alcuna possibilita’ di metterlo in discussione”.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT