Nel tardo pomeriggio di ieri, presso lo scalo romano di Fiumicino, militari dell’aliquota operativa della Compagnia Carabinieri di Sessa Aurunca, unitamente a personale dell’Ufficio Polizia di Frontiera dello scalo aeroportuale, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della locale Procura della Repubblica, hanno tratto in arresto il latitante Andreas Krebs 47enne nato ad Augsburg (Germania), per l’omicidio volontario di Massimo Neiviller, avvenuto in Cellole il 07/12/2016 e la successiva evasione.

Andreas Krebs
Andreas Krebs

Il Krebs Andreas, già tratto in arresto dai Carabinieri dopo l’omicidio e successivamente resosi latitante evadendo dagli arresti domiciliari, veniva localizzato e catturato dalla polizia tedesca ad Egeln (Germania) il 31 luglio 2017, in esecuzione al mandato di arresto europeo.

Massimo Neiviller

La sua localizzazione fu possibile grazie ad una meticolosa attività investigativa delegata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e condotta dal Nucleo operativo della Compagnia di Sessa Aurunca in collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia e l’esperto per la sicurezza in Germania.

Ieri sera, al termine dell’iter per l’estradizione, l’aereo proveniente da Berlino che trasportava Krebs unitamente a funzionari dell’Interpol atterrava a Fiumicino, ove al latitante veniva notificata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere prima del suo trasferimento presso la Casa Circondariale di Napoli-Secondigliano, ove rimarrà associato in attesa di giudizio.