TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

 

La zona in cui sono stati arrestati, è sotto il controllo dei Sequino, colpiti duramente dall’ordinanza eseguita lo scorso 18 febbraio che ha portato all’arresto di 24 persone ritenute affiliate al clan.

Gli arresti nella zona sotto
il controllo della famiglia Sequino

Proprio in quella zona, gli agenti della polizia di Stato dell’Ufficio prevenzione generale hanno arrestato un 39enne ed un 29enne, cittadini del Marocco, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente in concorso tra loro e li hanno denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione.

L’operazione è scattata
in Vico Santa Maria Antaesecula

Ieri pomeriggio, i poliziotti sono intervenuti in Vico Santa Maria Antesaecula, alla Sanità, dove hanno notato un giovane che stava ricevendo da una fessura, ricavata dall’interno di una porta, di un basso-appartamento, una bustina in cambio di denaro.

Prontamente intervenuti, gli agenti sono entrati in casa, dove all’interno hanno trovato i due cittadini marocchini. Il giovane acquirente invece, è riuscito a far perdere le proprie tracce.

Dal controllo in una dispensa
della cucina, sono stati
rinvenuti 100,78 grammi
di hashish ed un coltellino

Inoltre nella camera da letto all’interno di un armadio, sono stati trovati cinque telefonini cellulari di varie marche, un tablet, una carta di circolazione, un certificato di proprietà, un passaporto, una tessera sanitaria ed una tessera elettorale, documenti provento di furto. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro per le varie verifiche.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT