TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Nuova operazione di polizia e guardia di finanza, nell’ambito di indagini eseguito nel settore dei videogiochi e delle slot machine. A Marcianise, nel Casertano, le forze dell’ordine hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo emesso dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti dei fratelli Davide, Pasquale e Giuseppe Marciano, imprenditori attivi nel settore delle slot machine e ritenuti contigui al clan Belforte, egemone nell’area di Marcianise e paesi limitrofi.

Il provvedimento colpisce il patrimonio che sarebbe stato illecitamente accumulato dalla famiglia il cui capostipite già in passato era stato oggetto di analoga misura di prevenzione, che aveva provato a eludere attraverso prestanome per le attività di fatto gestite dai figli.

Questi ultimi,
secondo l’accusa,
sarebbero riusciti
con modalità estorsive,
a riconquistare
la gran parte del mercato
dei videogiochi a Maddaloni
e nelle zone circostanti

Nel maggio 2018 i tre fratelli furono arrestati per illecita concorrenza con minaccia e violenza, estorsione, intestazione fittizia di beni, reati tutti aggravati dalla metodologia mafiosa, e sono tuttora detenuti nel carcere di Napoli-Secondigliano. Sigilli a rapporti finanziari, beni mobili, ditte individuali comprensive di beni strumentali e 127 apparecchi da gioco già installati presso numerosi esercizi commerciali sul territorio di Maddaloni, per un valore complessivo di 300mila euro.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT