E’ finita in tragedia una lite condominiale tenutasi nella tarda serata di ieri a Castellammare di Stabia e nel corso della quale è anche rimasta ferita una donna, a sua volta moglie del 61enne netturbino che ha perso la vita. La vittima si chiamava Vincenzo De Gregorio, intorno alla morte del quale è stata aperta un’inchiesta con il sequestro della salma e l’autopsia disposti dal magistrato di turno.

 

I fatti si sono verificati nel rione Cicerone e hanno visto coinvolte due famiglie. La moglie di De Gregorio sarebbe stata colpita al naso probabilmente da un pugno proprio durante alcuni concitati attimi al termine dei quali l’operatore ecologico si è accasciato al suolo, morendo poco dopo il suo arrivo in ospedale.

I problemi cardiaci di cui soffriva, farebbero pensare a un infarto durante la lite, ma la polizia ha ascoltato la moglie della vittima, oltre ai vicini e agli altri condomini, per accertarsi se De Gregorio sia stato colpito o meno al petto. Gli altri “protagonisti” della rissa rischierebbero nel caso una incriminazione per omicidio preterintenzionale.