TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

“Il ‘Mostro’ fa ancora vittime: alle 21 di domenica e’ deceduto un detenuto del reparto Milano dell’istituto penitenziario partenopeo piu’ grande d’Europa: un segnale, pessimo, dello stato di abbandono e totale inefficienza in cui sta precipitando giorno dopo giorno la sanita’ all’interno dell’Istituto di Napoli Poggioreale”. Cosi’, in una nota Luigi Cataldo, segretario regionale dell’Osapp. “Risparmiare, – prosegue il sindacalista – visto il dettato Costituzionale, sulla vita dei cittadini, anche se detenuti, e’ sempre inaccettabile. Il sistema sanitario nel carcere di Poggioreale, da diversi anni alle dipendenze dell’Asl Na 1, e’ uno dei grossi problemi che ricade quotidianamente in modo incisivo sul lavoro di tanti poliziotti penitenziari, infatti, questi ultimi diventano il bersaglio preferito dei detenuti per tali mancanze (anche domenica sera alla notizia del decesso del detenuto si sono registrati disordini nel reparto Milano dov’era ubicato il detenuto deceduto)”.

 

“Mancanza di semplici strumenti, l’impossibilita’ di effettuare in loco h24 esami come l’emocromo, enzimi, etc. Carenza di psichiatri h24 nonostante la gestione di tanti detenuti con trascorsi in OPG, sono solo alcune delle criticita’”, dice ancora Castaldo. “E’ da tempo che ci si auspica in un investimento consistente in mezzi, uomini e risorse per la salute di tutti coloro che orbitano nel penitenziario-nosocomio partenopeo, nonche’ di una efficacia riorganizzazione dell’assistenza sanitaria”. Il segretario regionale dell’Osapp Campania, Palmieri Vincenzo, “denuncia lo stato di grave sofferenza in cui versano gli istituti campani a causa dei tagli indiscriminati alla Sicurezza che colpiscono il profilo sanitario e la prevenzione”.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT