Va a fondo tra Capri e punta Campanella un’imbarcazione lunga nove metri. Uno scafo cabinato a motore con a bordo cinque persone tra cui due bambini. Gli occupanti che erano partiti da Castellammare di Stabia con direzione Capri hanno lanciato un sos intorno alle ore 13 che è stato raccolto da una vicina imbarcazione e dalla Guardia Costiera di Capri.

 

Dal porto di Marina Grande partiva immediatamente la motovedetta CP 858 con a bordo i marinai addestrati per il soccorso ed equipaggiata per il pronto intervento di ricerca il salvataggio coordinati dal tenente di vascello Antonio Ricci con il supporto del caposezione tecnico operativo luogotenente Vincenzo Vitiello. Giunti in breve sul luogo è iniziata l’operazione di recupero degli occupanti lo scafo che erano in mare.

AIUTACI CON UN LIKE A MANTENERE L’INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE
Ad aiutare i militari durante l’intervento di recupero dei passeggeri anche quelli che si trovavano a bordo di una vicina imbarcazione da diporto. I naufraghi portati sulla motovedetta sono stati trasportati al porto più vicino la zona dell’incidente, a Sorrento. Molto spavento per gli sfortunati turisti mentre ora si stanno ricostruendo le dinamiche dell’accaduto. La Capitaneria di Porto di Capri sta approfondendo le indagini per scoprire ulteriori cause.