TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Utilizzavano la cosiddetta «spaccata», tecnica che consiste nell’infrangere le vetrine degli esercizi commerciali, per mettere a segno i propri colpi. I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno dato esecuzione a una misura di custodia cautelare in carcere emessa dal gip partenopeo per furto aggravato nei confronti di 8 indagati, ritenuti responsabili di numerosi furti con ‘spaccata’ ai danni di negozi di abbigliamento di lusso e tabaccai.

I ‘colpi’ sono stati messi a segno tra luglio 2017 e gennaio 2018, nel Napoletano e nel Casertano. Fondamentali per le indagini sono state le denunce delle vittime, l’analisi delle immagini estratte dai sistemi di sorveglianza e l’attività tecnica. Durante gli accertamenti, il 19 marzo 2018, alcuni componenti della banda furono arrestati in flagranza dopo un furto in un negozio di abbigliamento a Qualiano; in quella circostanza i militari dell’Arma recuperarono anche la refurtiva, del valore di 30mila euro, riconsegnandola al proprietario.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT