TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Dopo una violenta lite con i genitori incendia l’abitazione di famiglia, poi si reca a casa di un amico e aggredisce violentemente il padre del giovane, riducendolo in fin di vita. Un 22enne di Arzano, incensurato, e’ stato fermato ieri dai carabinieri per incendio doloso e tentato omicidio. Dopo la lite, ieri pomeriggio, il giovane ha atteso che in casa ad Arzano non ci fosse nessuno e ha versato una bottiglia di benzina nell’abitazione per poi darle fuoco. I vigili del fuoco hanno spento l’incendio, che ha causato l’intossicazione di un 80enne residente nello stesso stabile.

 

Dopo il rogo il 22enne ha raggiunto il vicino comune di Grumo Nevano dove vive la famiglia di un amico: ha scavalcato il cancello della palazzina in cui abita il nucleo familiare e si e’ nascosto in cantina aspettando il padre dell’amico. Quando l’uomo e’ sceso in cantina lo ha aggredito colpendolo piu’ volte al volto con pezzi di ferro. La vittima del tentato omicidio e’ stata ricoverata nell’ospedale Cardarelli con prognosi riservata.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT