TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

 

A più di sette anni e mezzo dall’arresto, accuse prescritte per Alfonso Papa, l’ex deputato napoletano coinvolto in una vicenda di presunto finanziamento illecito.

Il tribunale di Roma ha dichiarato di non doversi procedere per intervenuta prescrizione nei confronti dell’ex deputato
del Pdl a processo per l’ipotesi di finanziamento illecito

L’indagine, stralcio dell’inchiesta sulla cosiddetta P4, era stata avviata dai magistrati di Napoli e poi trasferita a Piazzale Clodio per competenza.

Papa, imputato insieme all’imprenditore Vittorio Casale, era stato arrestato il 20 luglio 2011 su richiesta della Procura partenopea con l’accusa iniziale di concussione. «Sono un magistrato e dico che bisogna credere nella giustizia, avere fiducia nella giustizia – commenta all’Adnkronos Alfonso Papa – Io continuo la mia battaglia nei processi per far emergere finalmente la verità e vedermi restituito il mio onore. Ringrazio le persone che mi sono state vicine in questi otto lunghissimi anni e in particolare l’avvocato Teresa Mercurio che ha combattuto e combatte tenacemente con me in queste vicende romane».

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT