anm
Autista contagiato, Anm: nessun rischio per gli utenti

La vicenda dei mancati prolungamenti del servizio di bus di linea pubblica a Napoli gestito dall’Anm, azienda partecipata del Comune, nei giorni di San Silvestro e Capodanno, continua a dividere sindacati e amministrazione municipale.

Scontro sindacati-Comune su Anm, la nota

FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGL-FNA, ORSA, FAISA-CONFAIL e USB , in una nota, sottolineano come il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, “unitamente alla sua Giunta, scarica le responsabilita’ sui lavoratori”, e che quanto accaduto “e’ solamente l’ultimo atto, in ordine temporale, dei tanti guasti che la stessa amministrazione ha compiuto negli ultimi tempi. L’appello al senso di responsabilita’, anziche’ rivolgerlo ai lavoratori di Anm, il sindaco di Napoli dovuto rivolgerlo a se stesso, evitando di esporre questi lavoratori ad una ingiusta gogna mediatica. Ammettere le proprie responsabilita’ e fare autocritica, evidentemente, non e’ caratteristica dell’azione politica di questa amministrazione comunale che, piu’ semplicemente, scarica le inefficienze del tpl sui lavoratori, vittime assieme ad utenti e cittadini. E’ solo grazie ai lavoratori dell’Anm se si riesce ancora a garantite parte dei servizi minimi di tpl considerando la vetusta eta’ del materiale rotabile e le pessime condizioni di lavoro a cui sono sottoposti quotidianamente. La mancata adesione da parte dei lavoratori di Anm ai prolungamenti di Capodanno va ricondotta, esclusivamente, alla scarsissima credibilita’ dell’amministrazione che, da un lato annuncia con enfasi la rinascita di Anm (la quinta o la sesta da marzo in poi) e dall’altro fa presentare alla stessa societa’ la richiesta al Tribunale di Napoli di un concordato preventivo. FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGL-FNA, ORSA, FAISA-CONFAIL e USB nello stigmatizzare le dichiarazioni irresponsabili del primo cittadino, chiedono con forza all’amministrazione comunale e ai vertici di Anm di rispettare gli impegni assunti per mettere in sicurezza l’azienda attivando gli interventi economici e finanziari necessari anche al rilancio della stessa”.

ad
Riproduzione Riservata