Secondo il report dell’Unione europea, i campani sono i cittadini del Paese che hanno reagito peggio nell’anno della pandemia.

Il 2020 è stato un anno duro per tutto il mondo. Il Covid-19 ha spazzato via certezze per ognuno di noi, facendo precipitare gran parte della popolazione mondiale dentro una sorta di limbo psicologico a causa dell’emergenza sanitaria prima ed economica poi. E l’Italia non è stata da meno. Ma, secondo il report dell’Uecoop (Unione europea delle cooperative), stilato sulla base dei dati dell’ultimo rapporto di Bes Istat, la regione meno felice del Paese è stata la Campania. Infatti, stando a quanto viene riferito, il 68,3% degli abitanti della regione si è dichiarato insoddisfatto. La media nazionale è del 55,5%. La Campania precede la Sicilia (60%) e il Lazio (58,9%).

L’Italia è stata, secondo il World Happiness Report, sulle nazioni più felici al mondo, quella che ha reagito peggio alla pandemia, nonostante abbia guadagnato tre posizioni rispetto al 2019 (dal 28esimo al 25esimo posto). Al primo posto la Finlandia.

ad
Riproduzione Riservata