Una immagine di Madrid (foto di repertorio)

La statistica di vittime e contagi è relativa al periodo ottobre 2020-marzo 2021

La Comunidad di Madrid, pur rispettando le regole, in materia di distanziamento sociale e utilizzo delle mascherine, ha lasciato aperti cinema, ristoranti, attività commerciali, attuando misure mirate e maggiormente «restrittive», solo in alcune zone della regione. Eppure, il cuore economico della Spagna, nel periodo che va dall’ottobre del 2020 al marzo del 2021, ha fatto registrare meno decessi e meno contagi di Milano e della Lombardia (in zona rossa per un lungo periodo).

I DATI DELLA STATISTICA

La Lombardia ha avuto 6.200 positivi ogni 100mila abitanti, mentre la Comunidad di Madrid 5.800. Più sensibile il gap sui decessi: in Lombardia sono stati 136 ogni 100mila abitanti, a Madrid 98. Naturalmente, con le chiusure limitate delle attività commerciali, la capitale iberica fa segnare anche un miglior andamento economico. Lo studio è stato riportato dal Corriere della Sera.

ad
Riproduzione Riservata