Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca
Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca

Il ministero della Salute corregge i dati dell’Unità di crisi regionale, mentre De Luca è costretto a piegarsi alle direttive del governo sul mix di vaccini per chi ha ricevuto la prima dose di AstraZeneca.

Alla fine anche Vincenzo De Luca si è dovuto arrendere: la Campania farà ripartire da domani i richiami per i cittadini che hanno fatto la prima dose di vaccino anti-Covid19 con AstraZeneca. E se i convocati che hanno oltre i 60 anni di età avranno il richiamo con lo stesso vaccino, per gli under 60 è prevista una dose eterologa con Pfizer o Moderna. Tutto ciò, nonostante solo ieri, il presidente della Regione si fosse detto assolutamente contrario a questa ipotesi.

Decisiva è stata la nota del ministero della Salute inviata in risposta ai dubbi palesati dall’Unità di Crisi della Campania.

ad

“In relazione al ciclo vaccinale misto – si legge – nei soggetti al di sotto dei 60 anni di età che hanno già ricevuto una sola dose di un vaccino Vaxzevria, si ribadisce quanto trasmesso con nota dell’11/06/2021 e relativo parere del Comitato tecnico scientifico. Da quanto sopra riportato ne consegue l’opportunità di utilizzare un regime eterologo al fine di evitare le pur rare reazioni avverse indesiderate riportate in giovani vaccinati con Vaxzevria”.

“La possibilità poi che venga rafforzata la risposta immune indotta dai vaccini – scrive il ministero – rappresenta un ulteriore elemento a favore dell’adozione di un ciclo vaccinale misto, come già avviene in altri grandi paesi europei e come proposto da Aifa che ha attivamente partecipato ai lavori del Cts”.

Il mistero dei guariti

Intanto la Campania ha dovuto eliminare gli oltre 48mila guariti dalla colonna degli attualmente positivi, come riportato erroneamente nel bollettino dell’Unità di Crisi, sulla base di quello, invece corretto, del ministero della Salute. Nella dashboard della Protezione Civile sono riportati infatti 4.014.025 guariti, con un incremento giornaliero di 53.074, e 105.906 positivi, con un calo di 51.884 rispetto a ieri.

Nelle note del bollettino si legge però che in Campania, “a seguito delle periodiche verifiche, si è riscontrato un disallineamento che, dopo un accurato e dettagliato controllo da parte delle Asl, ha evidenziato 48.078 soggetti ancora riportati erroneamente in ‘isolamento domiciliare’ e che, pertanto, sono stati assegnati alla categoria ‘guariti’.”

In realtà, quindi, l’incremento dei guariti in 24 ore è di 4.996 unità, mentre il calo degli attualmente positivi è di 3.806.

Riproduzione Riservata