Tutti gli psicologi campani rientreranno nelle categorie che potranno ricevere prioritariamente la somministrazione del vaccino anti-Covid

Anche gli psicologi della Campania, che esercitano sia in privato che da liberi professionisti, fanno parte delle categorie che si sottoporranno per prime al vaccino contro il Covid-19. A renderlo noto è stato Armando Cozzuto, presidente dell’Ordine, che giorni fa è rimasto in contatto continuo sia con la Regione che con l’Unità di crisi.

Queste le sue dichiarazioni: “Siamo soddisfatti del risultato raggiunto dopo un intenso lavoro e un costante scambio di informazioni con la Regione. Ora siamo in attesa che vengano definite le modalità attraverso cui i nostri iscritti potranno ricevere la priorità riconosciuta”.

ad

Cozzuto poi aggiunge che: “Il piano strategico nazionale prevede che nella prima fase il vaccino venga somministrato agli operatori sanitari e sociosanitari che operano nel pubblico o nel privato convenzionato, insieme al personale e agli ospiti istituzionalizzati delle Rsa e alle persone in età avanzata. Pur concordando con il piano ministeriale, che correttamente dà priorità al rischio, abbiamo voluto evidenziare il fondamentale ruolo di supporto alla popolazione che noi psicologi, professionisti di area sanitaria, abbiamo svolto e svolgiamo tuttora in questa fase assai delicata, e che oltre il 90% di noi esercita al di fuori del Ssn”.

Il presidente conclude: “Tali riscontri istituzionali non fanno altro che confermare la necessità di proseguire in tale direzione, investendo e insistendo affinché si riduca l’attuale squilibrio tra gli psicologi che lavorano nel pubblico e quelli che lavorano nel privato”.