Le autorità sanitarie considerano contagiato solo chi è risultato positivo al tampone e mostra sintomi come febbre e tosse

Sono 9,9 milioni le persone testate per il coronavirus a Wuhan, la prima città della Cina a fare i conti con l’emergenza, sottoposta a un lockdown ‘totale’ durato ben 76 giorni e conclusosi lo scorso 8 aprile. Secondo i media locali, grazie ai test, che si sono conclusi ieri, sono stati scoperti 300 asintomatici che sono stati messi immediatamente in quarantena. Inoltre 1.174 persone che sono state a stretto contatto con loro sono state poste sotto osservazione.

Malgrado l’enorme massa di test, a Wuhan non sono emersi casi di coronavirus, precisa il ‘Quotidiano del Popolo’. Le autorità sanitarie cinese considerano contagiato solo chi è risultato positivo al tampone e mostra sintomi come febbre e tosse.

ad