scuola

Lo fa sapere l’Asl Napoli 2 Nord

In meno di 30 giorni oltre 11.500 docenti e operatori scolastici impegnati nel territorio di competenza della Asl Napoli 2 sono stati sottoposti al test sierologico, permettendo di individuare 70 positivi ai test e 2 positivi al tampone. Si tratta di un primo bilancio dell’attività Scuola Sicura portata avanti dall’Asl Napoli 2 Nord presso i punti di accesso diretto gestiti dai medici anti coronavirus dell’Azienda (oltre 4mila test) e presso gli studi dei medici di Medicina generale che hanno aderito alla campagna (oltre 6mila test). Parallelamente l’Azienda ha avviato la macchina organizzativa per assicurare un dialogo con le oltre 400 scuole presenti nei 32 comuni a nord di Napoli di competenza dell’Asl Napoli 2 Nord. Sono stati individuati i referenti scolastici territoriali che assicurano la prima interfaccia con le scuole da parte dell’Asl sulla problematica Coronavirus ed è stata avviata un’indagine conoscitiva ai fini epidemiologici. Il questionario online che ciascun dirigente scolastico è invitato a compilare permette all’Asl di raccogliere informazioni quali il numero degli allievi, la presenza o meno di un servizio mensa o di distributori automatici di alimenti, l’adozione di misure di gestione degli accessi ai bagni.

Il questionario per la Scuola libera dal coronavirus

Il questionario destinato ai Dirigenti Scolastico è compilabile nella sezione dedicata a “Scuola Sicura” del sito web dell’ASL Napoli 2 Nord a questo link.

ad

Antonio d’Amore, direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord, dichiara: “Ringrazio i medici di famiglia e il personale docente ed Ata per la collaborazione e la disponibilità evidenziata nel portare avanti lo screening Scuola Sicura. Essere riusciti ad effettuare oltre 11.500 test in meno di 30 giorni è un risultato importante che testimonia ancora una volta il livello di responsabilità e impegno che il nostro territorio riesce ad esprimere. Rinnovo l’invito a tutti docenti e al personale scolastico che non lo abbiano ancora fatto a sottoporsi ai test sierologici. Sappiamo i timori e le difficoltà che il mondo della scuola e le famiglie stanno vivendo in queste settimane. Saremo vicini ai docenti e alle famiglie nel vivere quanto più serenamente possibile questo anomalo anno scolastico”, conclude d’Amore.