L'ospedale Cotugno di Napoli

L’avvocato 50enne è stato ricoverato per 25 giorni al Cotugno, nelle scorse ore ha potuto riabbracciare i suoi familiari

Nelle scorse ore è tornato a casa il paziente «numero 1», Francesco, l’avvocato napoletano contagiato da coronavirus. E’ stato ricoverato per 25 giorni, al Cotugno, e dopo il terzo tampone negativo, attraverso il quale è stata decretata la fine del pericolo, la sua guarigione, ha potuto riabbracciare i suoi familiari. Intervista da Leandro Del Gaudio per il quotidiano Il Mattino, l’avvocato 50enne ha detto: «Un sentimento di immensa gratitudine verso chi mi ha curato. Medici, infermieri, barellieri, personale sanitario, il primario, la direzione dell’ospedale. Ho visto persone lavorare senza sosta anche per quattordici ore al giorno, lì dentro non sei mai solo, lì dentro nessuno si sottrae».