La nota.

“Proprio mentre il coronavirus arriva in Italia – afferma Marco Sansone del Coordinamento Regionale USB LAVORO PRIVATO – e mentre tutti cominciano a preoccuparsi dell’importanza relativa alla pulizia e l’igiene nei luoghi pubblici, la ditta SAMIR che si occupa delle pulizie anche nella CTP, l’Azienda di trasporto pubblico metropolitano di Napoli, non paga da due mesi i suoi 25 lavoratori. Cosicché questi non riescono nemmeno ad andare a lavoro, ed i pochi autobus in uscita dai depositi CTP non vengono ne’ puliti, né tanto meno igienizzati: nel silenzio della Committente CTP, della proprietaria Città Metropolitana, dei Sindaci delle Città dell’hinterland napoletano, della maggior parte degli organi di stampa e dei cittadini che usufruiscono dei mezzi pubblici. Non vogliamo essere eccessivamente allarmisti – conclude Sansone – ma chiediamo alle Aziende che si occupano di trasporto pubblico locale di tenere alta l’attenzione sulle attività di pulizia e sanificazione di treni ed autobus al fine di contenere un fenomeno che rischia di diventare preoccupante”.