Una situazione sempre più complicata.

In ritiro solo per una notte. Poi di nuovo tutti a casa. C’e’ stato un cambio di programma al Napoli dopo la sconfitta di sabato sera, al San Paolo, contro la Fiorentina. Gli azzurri avevano deciso di chiudersi a Castel Volturno per preparare la sfida dei quarti di finale di Coppa Italia contro la Lazio, in programma martedi’ sera. Ma dopo la seduta mattutina in palestra il gruppo ha parlato con Gattuso e hanno deciso tutti insieme di interrompere la “clausura”. Appuntamento, quindi, a questa mattina per la rifinitura e per rimanere ancora tutti insieme per un’altra notte.

E’ deluso Gennaro Gattuso. I numeri della sua gestione in campionato sono catastrofici: solo un successo in cinque partite disputate. Il Napoli ha incassato nove gol ed e’ sempre passato in svantaggio. Contro la Fiorentina non si sono rivisti i miglioramenti messi in mostra nel corso della ripresa contro la Lazio.

ad

E al termine dell’incontro il tecnico calabrese e’ stato duro: “La prestazione e’ stata imbarazzante, abbiamo toccando il fondo e da questo fondo dobbiamo risalire. Mi assumo tutte le mie responsabilita’ ma cosi’ non puo’ continuare. Venivamo da tre sconfitte consecutive che pero’ non meritavamo, almeno non tutte. Oggi invece siamo stati inguardabili ed e’ inutile andare alla ricerca di alibi”, ha ammesso Gattuso. Una presa di visione evidente, quindi, anche perche’ la classifica peggiora sempre di piu’ e i tifosi temono addirittura la retrocessione.

Purtroppo, i numeri sono pessimi e domenica in campionato ci sara’ la Juventus al San Paolo. Sarebbe fondamentale, comunque, poter vincere in Coppa Italia. Sarebbe una carica non da poco; Gattuso pero’ fara’ turn over. Soprattutto a centrocampo, dove dovrebbero partire dall’inizio sia Demme che Lobotka.