Volumi venduti fino a 30 euro a copia

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli nell’ultima settimana ha sequestrato numerosi testi universitari cartacei fotocopiati, numerosissimi files in formato pdf contenenti testi accademici e supporti informatici: a finire nel mirino delle Fiamme Gialle del I Gruppo di Napoli sono state 3 cartolerie-copisterie in prossimità dei principali atenei cittadini, per intercettare gli ingenti flussi studenteschi. All’interno degli esercizi commerciali sono stati sequestrati 80 testi universitari fotocopiati integralmente, 1.320 files in formato pdf contenenti i “master” per poter riprodurre l’opera letteraria ed alcuni hard-disk.

I volumi universitari venivano venduti fino a 30 euro a copia, il tutto “in nero”, permettendo così ai titolari delle cartolerie-copisterie di conseguire interessanti introiti esentasse. I presunti responsabili sono stati denunciati per violazione alla norma sulla protezione del diritto d’autore. L’operazione rappresenta solo l’ultima in ordine temporale dell’attività di contrasto delle Fiamme Gialle del I Gruppo Napoli nei confronti di questo fenomeno che, ad oggi, ha consentito di denunciare all’Autorità Giudiziaria, nel corso dell’anno, 8 responsabili e di sequestrare 319 testi universitari illecitamente fotocopiati, 2.569 files pdf, 2 pen-drive e 1 hard disk.

Controlli mirati anche a Salerno, Scafati e Fisciano, dove le Fiamme gialle salernitane hanno sequestrato 2 personal computer assemblati, 2 hard-disk e 3.414 testi coperti da copyright, in formato sia cartaceo sia elettronico. Quattro titolari di esercizi commerciali sono stati denunciati.