finanza

Una vasta operazione è stata portata a termine dalle fiamme gialle. E’ di 3 arresti e 83 denunce il bilancio dell’attività della guardia di finanza della Compagnia di Gorizia volta al contrasto di un traffico internazionale di prodotti petroliferi prelevati da raffinerie in Paesi dell’Est Europa e destinati al consumo, in evasione d’imposta, in Italia come gasolio per automazione.

ad

L’operazione
‘Traffic 2’
è il risultato
di diversi
interventi svolti
tra il 2017 e il 2019

I reati contestati sono, allo stato delle indagini, il contrabbando di gasolio e l’irregolarità nella circolazione di veicoli dediti al trasporto di prodotti petroliferi sottoposti ad accisa o a imposta di consumo.

Tra i denunciati, 33 sono cittadini italiani residenti tra le province di Napoli, Milano, Bolzano, Gorizia, Venezia, Perugia, Roma, Latina, Foggia, Taranto, Catania, Caltanissetta. Nel corso dell’operazione sono stati sottoposti a sequestro probatorio d’iniziativa, beni per un valore di oltre 3 milioni di euro, tra cui 8 motrici, 28 semirimorchi e 851.000 litri di olio minerale, per un’evasione d’imposta pari a circa 600 mila euro.